Adidas Deadly Strike Pack: un tuffo nel blu

E’ tempo di primavera: con i primi caldi, Adidas propone una ventata di fresco con la nuova collezione Deadly Strike. Un mix di blu e verdi per un effetto decisamente tonificante. In attesa dell’arrivo del pack Mondiale…

Nel blu dipinto di blu. Insomma, a costo di cadere nella banalità, mai come ora l’introduzione di questo pezzo è già scritta. Non importa se siete fan o meno della canzone nostrana, con il nuovo pack Adidas l’amore per le tonalità notturne schizzerà alle stelle. Vogliamo scommettere?

Lanciato nei primi giorni di Aprile, il Deadly Strike Pack firmato Three Stripes porta una bella ventata di aria fresca nel mondo delle scarpe da calcio. E lo fa puntando forte su tonalità che, negli ultimi tempi, sono state poco cavalcate. Spesso per fare spazio a colorazioni più impattanti, ma non per questo più azzeccate.

Al contrario, come dimostrato anche dall’AF Pack firmato Nike, i colori scuri mantengono un bel successo. Certo, in questo caso la colorazione del pack non è univoca, dato che Nemeziz propone un bel salto cromatico in confronto ai cugini. Ma, d’altra parte, non si può negare che i modelli di punta del Deadly Strike Pack mettano una bella fiche sul blu lucente.

Continua a leggere “Adidas Deadly Strike Pack: un tuffo nel blu”

Canne da 10 piedi: quali scegliere?

Chi le prova, non torna più indietro: le canne da 10 piedi sono ormai una realtà consolidata nel carp fishing. Il motivo è semplice: combinano grandi prestazioni a un’estrema facilità d’uso, oltre ad avere un ingombro ridotto. Ma non sono tutte uguali, e in questo articolo scopriremo perché.

Se parliamo di canne da 10 piedi ci viene subito in mente il carp fishing fatto con e dalla barca.

E’ giusto così, perché l’arrivo di queste canne sul mercato italiano, ma sarebbe meglio dire europeo, è sempre stato giustificato in questo modo.

Per pescare calando con la barca o direttamente dalla barca stessa serve un attrezzo meno ingombrante e più gestibile“: è sacrosanto ma, al giorno d’oggi, non è solo così.

Perché con le canne da 10 piedi oggi ci si fa un po’ tutto: pesca con la barca, pesca a stalking, pesca a galla, ma anche la pesca “standard” da riva lanciando.

E molti angler hanno nel proprio arsenale le “corte”. Nelle prossime righe cercheremo di capire quali elementi e quali caratteristiche tenere in considerazione nella scelta delle canne da carp fishing da 10 piedi.

Continua a leggere “Canne da 10 piedi: quali scegliere?”

Protezioni portiere: l’evoluzione dell’armatura dei numeri 1

Negli anni, il ruolo dell’estremo difensore ha subito una profonda trasformazione. Essere equipaggiati nel modo corretto è diventato indispensabile per un vero numero uno. Ecco perchè il mondo delle protezioni portiere è in piena ascesa all’interno del mercato. Siamo andati ad analizzarlo per capire ogni sfumatura delle novità proposte sul mercato…

Quando parliamo di protezioni portiere, una premessa è doverosa, e non riguarda l’aspetto tecnico.

Fascino unico, senza pari.  Agli altri giocatori di una squadra servono qualità per poter attrarre attenzioni. Al portiere, invece, basta andare tra i pali.

Vestire una divisa che non ha nessun altro e vivere una partita diversa.

Ecco lo spirito di un vero numero uno: il portiere spesso è il matto, quello che non ha paura di nulla, che veste magliette dal colore sgargiante. Oppure quello che si schianta regolarmente sugli stinchi avversari, che travolge tutto e tutti in uscita. Oppure, perchè no, quello che va a far brutto con tutti coloro che osano cercare di violare la Sacra Porta. Stile Seba Rossi o Oliver Kahn. Si, il ruolo del portiere è unico.

Ecco perchè, negli ultimi tempi soprattutto, la linea dei prodotti destinati all’estremo difensore si è fatta davvero ampia e variegata e, appunto, unica nel suo genere.

Abbiamo già parlato dei guanti da portiere e di come mantenerli al top. Ora è il turno dell’equipaggiamento: parliamo di protezioni portiere.

Continua a leggere “Protezioni portiere: l’evoluzione dell’armatura dei numeri 1”

Meglio soli… o ben accompagnati?

Che dire, una bella domanda. In materia di pesca la risposta, però, non è così ovvia. Analizziamo i pro e i contro della pesca in compagnia vs la pesca solitaria, prendendoci sul serio (ma non troppo)

Scegliere fra una pescata in solitaria, immerso nei propri pensieri, e una in compagnia di amici con cui condividere la giornata, non è una scelta semplice.

Per me vale la regola del “come mi sento” e del “come son messo”.

O meglio: analizzo la mia situazione e cerco di capire di cosa ho bisogno.

Attualmente sono fermo da parecchio, il lavoro è aumentato tantissimo e il tempo per andare a pesca è sempre meno.

La stagione è quasi iniziata e, come se non bastasse, l’ospedale mi ha chiamato per l’operazione al ginocchio che mi fermerà per un altro periodo.

Ecco, quindi, qualche riflessione.

Continua a leggere “Meglio soli… o ben accompagnati?”

Carp Fishing alla fine dell’inverno

La primavera è il momento che tutti i carpisti attendono. Ma prima c’è una sorta di “stagione di mezzo” che, se interpretata a dovere, ci permette di avere catture prima di tutti gli altri. Ecco alcuni consigli per affrontare le sessioni di carp fishing nel passaggio dall’inverno alla primavera

La stagione fredda ormai è giunta a conclusione lasciando spazio a giornate sempre più lunghe con temperature decisamente più gradevoli.

Lo stesso non si può dire per le acque dove le temperature (in relazione alla profondità del posto in cui si pesca) sono più tardive ad aumentare.

Durante la giornata, specie se soleggiata, qualche pesce “temerario” si avventurerà nel sottoriva dove l’acqua è più bassa e tenderà a scaldarsi prima, mentre il resto dei pesci preferirà ancora stare in profondità.

Queste carpe saranno raggruppate in piccoli branchi, e sarà lì che andrà a concentrarsi la nostra azione di pesca. Fatte le dovute premesse, passiamo ora all’azione vera e propria.

Continua a leggere “Carp Fishing alla fine dell’inverno”

Carpe a spinning ultralight? Si può!

Carpe… Con attrezzatura da spinning… Ultralight… E magari anche in corrente… No, non siamo impazziti: grazie ad Andrea Gui vi presentiamo un divertentissimo ed adrenalinico modo di interpretare lo spinning alle “baffone”

Più e più volte, osservando le carpe e i Ciprinidi in generale grufolare sul fondo alla ricerca di cibo, mi sono chiesto : “Mangeranno mai un’esca artificiale?!”.

Per scoprirlo, ho iniziato un vero e proprio percorso che mi ha portato a capire qualcosa di più dello spinning ai Ciprinidi.

E, in particolare, allo spinning indirizzato a un pesce che non è propriamente un pesce “da spinning”: la carpa.

Sì, perché le baffone si possono catturare anche con gli artificiali, e la cattura è tutt’altro che casuale.

Da carp fishing a carp spinning il passo è… ultralight! Leggete le prossime righe per saperne qualcosa di più…

Continua a leggere “Carpe a spinning ultralight? Si può!”

SportIT Football: nasce un nuovo concetto di negozio

Grande novità per ogni vero appassionato di calcio: nasce SportIT Football, la prima realtà commerciale dove negozio fisico e virtuale diventano un’unica esperienza di acquisto. Pronti per la rivoluzione? Scopriamolo insieme…

Ammettiamolo, ragazzi. Chi non ha mai sognato di entrare nel suo negozio di calcio preferito, provare la scarpa della sua vita calcistica e, magari dopo un bel giro in centro Milano, riceverla direttamente a casa, in totale relax e senza ulteriori pensieri?  Allettante, vero?

Via lo stress di precipitarsi al negozio per non correre il rischio di vedersi sfuggire come sabbia tra le dita l’ultima taglia rimasta. Via l’ingombro di andare in giro con un ulteriore sacchetto, che magari si aggiunge ai dodici pacchi di un estenuanante pomeriggio di shopping. Diamoci un taglio, anche noi calciatori abbiamo diritto alle nostre comodità.

Stiamo esagerando? Non proprio: a breve, infatti, a Milano debutterà SportIT Football, il nuovo concept di negozio da calcio, ideato per assecondare ogni richiesta dei giocatori più esigenti.

Pronti a entrare nel mondi SportIT Football?

Continua a leggere “SportIT Football: nasce un nuovo concetto di negozio”

Nuova Mercurial CR7: Born Leader

Mercurial CR7: esce il sesto capitolo della collezione dedicata a Cristiano Ronaldo. La nuova versione celebra le imprese del fenomeno portoghese con la maglia della nazionale. In attesa del capitolo finale…

Di Cristiano Ronaldo ne abbiamo già parlato in tutte le salse. Troppo forte, troppo commerciale, troppo tutto. Davvero il principe del mondo Nike Football che, giustamente, con la sua figura ha dato una vera e propria svolta al proprio mercato.

Cosa aggiungere, allora, per descrivere questa nuova Mercurial CR7? Di materiale, in realtà, c’è n’è sempre. Come per le altre versioni, anche questa volta Nike ha richiamato con il look la tematica del pack. Che, per la prima volta, celebra le gesta di Cristiano con la maglia portoghese.

Continua a leggere “Nuova Mercurial CR7: Born Leader”

Cavedani di città

Onnivoro, sospettoso, scaltro, divertente: il Cavedano. Presente in quasi tutte le nostre acque interne, è un pesce attivo durante tutto l’arco dell’anno. Scopriamo trucchi, esche e strategie per catturarlo… in città!

Personalmente, abitando in città e nel pieno centro della Pianura Padana, la mia esperienza riguardo questa specie è legata principalmente a canali irrigui con annessi relativi affluenti e fossi.

Le stagioni nelle quali mi concentro maggiormente sulla pesca del Cavedano sono la parte finale dell’autunno e l’inverno.

In questi periodi, la portata d’acqua dei canali viene ridotta notevolmente, di conseguenza, il pesce tende a radunarsi nei punti più profondi e riparati: ponti, avvallamenti, ostacoli, sono i luoghi dove andremo a cercare il nostro avversario.

Non disdegniamo anche gli sbocchi di piccole fogne dove l’acqua è più calda: sicuramente uno dei migliori spot… tappandosi il naso!

Considerando che le giornate sono corte e fredde, la nostra azione di pesca si concentrerà nelle ore centrali del giorno.

Continua a leggere “Cavedani di città”

Sottosopra

Sopra o sotto? Mosca secca o ninfa? Tra purismo e modernità, il racconto della pesca a mosca per quello che è: un bellissimo, appassionantissimo sport

Da un certo periodo la pratica della pesca a mosca è  divisa in due in due contrapposte fazioni.

Una è  quella dei cosiddetti “secchisti”: un gruppo costituito da “romantici” pescatori a mosca che si rifiuta categoricamente di usare artificiali che non galleggino o che non siano a vista.

Applicano una remota regola (sempre che esista…) che ritiene che la pesca a mosca fatta con ninfe o esche affondanti non sia la “vera” pesca a mosca.

Chissà perché, quando sento questi discorsi, mi vengono in mente le antiche mosche da salmone scozzesi che di galleggiante non avevano proprio nulla…

Continua a leggere “Sottosopra”