fbpx

Fifa 21 Ultimate Team – Il Club e la propria identità

19 Novembre 2020  |  Saverio Biliotti

Il primo episodio della rubrica che dedicherò e dedicheremo all’espansione più famosa di tutti i videogame sul calcio, Fifa Ultimate Team, è dedicata alla parte di club, di stadio, quella pù distante dal gioco “secco” in sé, ma che molti sottovalutano.

Ricordiamoci che è solo un gioco, anzi un videogioco, e dovremmo sempre tutti fissarcelo bene in testa.

Il fatto di creare un club come si deve, avere una precisa scelta su divise, stadio, tifo e ogni aspetto, rende il tutto molto più personale e magico, dal mio punto di vista.

In Fifa 21 UT si è dato, finalmente, spazio alla parte di stadio, andando avanti (facilmente) nel gioco e quindi semplicemente progredendo giocando normalmente come tutti gli anni, possiamo comporre ogni aspetto del club.

Dagli striscioni all’esultanza dopo ogni goal, dal colore dei seggiolini allo stemma che risalta in curva.

Un aspetto che da sempre affascina, sono le divise. E non è un caso che proprio adidas abbia lanciato non molto tempo fa delle divise per il videogioco esclusive, poi realizzate realmente ed acquistabili.

L’importanza della propria divisa su Fifa UT è fondamentale ed ognuno di noi ha la propria identità precisa.

Tutto in ordine

Vi sembrerà un paradosso ma, essere ordinati e avere tutto ben definito, migliorerà anche le vostre prestazioni di gioco perché sentirete la squadra davvero vostra, sarà la vostra creatura.

Oltretutto la sinergia e la simbiosi che si crea tra gioco e realtà, porta (per me almeno questo vale tantissimo) a innamorarmi di quel “setup” ed acquistare sistematicamente le maglie ufficiali che utilizzo nel gioco.

E’ un grande classico, ma mai banale: giocare indossando la maglia che i tuoi giocatori hanno nel videogame.

Lo so, non posso chiudere senza dichiarare il mio setup attuale: sono un fan accanito di Cruijff (magari trovarlo nei pacchetti…) e gioco con lo stadio completamente arancione, stemma Ajax e bandiera olandese; maglie Olanda sia Home che Away e stemma della nazionale olandese.

Un po’ troppo? Forse sì…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*