fbpx

Milan Away Kit 2022/2023: back to ’84/’85

Per la seconda maglia della nuova stagione, il Milan torna al total white ripercorrendo le gloriose maglie con cui sono state vinte le 7 Coppe dei Campioni.

Se avete visto Milan-Zalaegerszegi sicuramente le avrete notate: parliamo proprio delle nuove maglie da trasferta dei Rossoneri, che per quest’anno saranno total white.

I veri appassionati non possono non vedere, nello stile di queste nuove maglie, lo strizzare l’occhio al passato: bianche, o meglio, total white, sono state alcune delle maglie più gloriose del Milan, quelle con cui la società ha vinto 7 Coppe dei Campioni.

Per esempio, nel 1963, quando proprio il Milan fu la prima squadra italiana a vincere la Coppa con  le orecchie, lo fece con una maglia completamente bianca.

In realtà, la vera ispirazione per questa nuova maglia del Milan viene dalla stagione 1984/1985. Quella della rinascita del Milan, ovvero l’anno che ha dato il via alla nuova era, quella poi conclusa con altri 5 titoli europei.

La maglia bianca dell’84/’85 è da sempre una delle preferite dai tifosi, e anche da Franco Baresi, oggi Vicepresidente Onorario del Milan, e allora Capitano dei Rossoneri: “Ho indossato il kit originale del 1984/85, e mi piace molto come, per il nuovo kit attuale, si sia presa l’ispirazione. La maglia bianca ha da sempre un’importanza speciale per i tifosi del Milan, perché è un simbolo del successo globale della squadra“.

Bianco e… righe

Ma quindi, come è questa nuova maglia bianca del Milan? Le foto qui pubblicate (e i video che abbiamo messo sui nostri canali social), parlano abbastanza chiaro: la base bianca è caratterizzata da 7 strisce orizzontali rosse che ne attraversano il centro, proprio come rivisitazione della maglia dell’84.

Le 7 strisce, facile a capirsi, rappresentano le 7 vittorie Europee del Milan, da Wembley 1963 fino ad Atene 2007.

Infine, la nuova maglia away 2022/2023 presenta delle rifiniture rosse e nere sui dettagli delle maniche e sul colletto a V, oltre all’immancabile stemma del Milan sulla parte superiore della schiena.

E la maglia da portiere? Le foto di Magic Mike Maignan parlano chiaro…

Il kit away è comunque diversissimo dall’home kit 2022/2023 lanciato qualche settimana fa. Alla base, comunque, resta il messaggio di “that Milan touch“, il concetto alla base del rilancio del Milan dallo scudetto in poi. Tradizione, innovazione, con Milano sempre sullo sfondo.

Anche nel lancio della maglia, come accaduto per la prima maglia, Puma e Milan hanno lavorato su stile, moda e cultura di Milano: ai giocatori della squadra maschile e femminile, infatti, nel photoshooting si sono uniti alcuni talenti milanesi locali (ricordate il cantante Rkomi per il lancio della maglia rossonera?).

Traspirabilità e sostenibilità

Dal punto di vista della tecnologia, la maglia verrà prodotta in due versioni: Authentic e Replica. La maglia Authentic è caratterizzata dal tessuto performante Ultraweave e dalla tecnologia DryCELL per la massima traspirabilità. E’ la maglia da calcio più leggera e confortevole mai realizzata da Puma.

La version Replica è realizzata invece in poliestere riciclato al 100% e mantiene la tecnologia DryCELL per potere tenere la pelle asciutta per 90 minuti e oltre.

Entrambe le maglie sono comunque realizzate con materiali riciclati al 100%, a eccezione di bordi e decorazioni: un cambio di passo verso un futuro più sostenibile di cui le grandi squadre si stanno sempre più facendo promotrici.

La nuova maglia del Milan sarà a breve disponibile su SportIT.com e anche a SportIT Football Milano, in via Spartaco,11. Tieni d’occhio la nostra pagina Facebook e la nostra pagina Instagram (@sportitfootball) per essere aggiornato su questo nuovo arrivo!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelline per esprimere il tuo voto

Valutazione 0 / 5. 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*