fbpx

Evergreen Bow Worm: come si innesca e come si usa

Il Bow Worm di Evergreen è una delle softbait più utilizzate nell’ambito del bass fishing. Motivo? E’ versatilissimo, dotato di una mescola tenace sull’amo, ma al contempo di estrema morbidezza che lo fa muovere incredibilmente in acqua

Questo articolo nasce da un’occasione vissuta “live” in negozio nel mese di marzo 2022 quando, in occasione del Plus Fishing Event, ci è venuto a trovare il campione di Bass Fishing Nicola Minaldoni.

Durante l’evento, incentrato ovviamente sulla pesca del bass e delle esche migliori per ottenere risultati, abbiamo avuto il piacere di vedere all’opera un’esca a nostro avviso clamorosa: il Bow Worm della giapponese Evergreen.

Questo vermone dalla coda appuntita, da qui il nome “BOW”, ha due qualità fondamentali: è estremamente mobile, risponde quindi benissimo alle sollecitazioni impresse con la punta della canna, ma al contempo ha un abbraccio “tenace” sull’amo. Si presta quindi a essere utilizzato in una marea di occasioni.

In questo articolo vediamo 3 modi molto furbi di utilizzare il Bow Worm di Evergreen, grazie appunto ai consigli di Nicola. Ogni rig è accompagnato da un piccolo video in cui Nicola ci fa vedere la costruzione e, in seguito, il movimento in acqua.

Ultima precisazione: tutti i rig possono essere realizzati sia con il Bow Worm da 7 polici, sia con il lunghissimo Bow Worm da 12 pollici, che trovi entrambi su SportIT.com e in reparto a Seregno.

Inu Rig

Partiamo dal rig che è piaciuto di più durante l’evento Plus Fishing, l’Inu Rig. Il più stupefacente ma anche il più complesso da realizzare, perché richiede un pochino di manualità.

Quali vantaggi dà questo rig montato col Bow Worm? Estrema mobilità, perché a ogni colpo della punta della canna il corpo del worm si raggruppa e si lascia andare quando si “molla” il colpo. Ne viene fuori un movimento scattante del verme, che si chiude e sia apre come un verme che saltella sul fondo.

Fatto lavorare a lato degli erbai è veramente micidiale. Come a galla, recuperato velocemente con colpi secchi della punta.

Eccolo nel video qui sotto: guardalo fino in fondo e vedi che meraviglia è in acqua! Ps. Un rig così può essere realizzato solo con un worm dalla gomma molto tenace come quella di Evergreen…

Chicken Rig

Più che un pollo, sembra un tacchino o uno struzzo arrabbiato, però il movimento impresso al vermone Bow Worm Evergreen grazie a questo rig è incredibile. Ricorda appunto un pollo che scorrazza scoordinato nell’aia.

Qual è il nocciolo di questo rig? Tutto sta nella parte di filo che trapassa il vermone per qualche millimetro nella parte superiore dell’occhiello. Questo filo “irrigidisce” il verme e gli dà quindi un assetto molto particolare.

Da innescare è facilissimo, come mostra Nicola nel video. In acqua, invece, è molto curioso: fatto lavorare sul fondo, di fianco a zone di tenuta, è veramente incredibile e decisamente attrattivo.

Bow Worm a “Z”

Più che un rig, questa è una modifica strutturale del Bow Worm. Come si fa? Nicola ce lo spiega nel video sotto, comunque ecco cosa ci serve: un Bow Worm, un pentolino, un fornello e un frigorifero. Ah, e uno stecchino stuzzicadenti.

Per dare la forma a “Z” o a “S” al Bow Worm dobbiamo procedere così:

  • prendiamo una busta di Bow Worm, infiliamo uno stecchino nel corpo come mostrato nel video
  • acqua in un pentolino, accendiamo il fornello: quando bolle, immergiamo i Bow Worm
  • dopo 3 minuti, tiriamoli fuori e mettiamoli in un sacchetto di plastica
  • mettiamo il sacchetto di plastica in frigo per 24 ore

Con questa procedura, il Bow Worm assume delle curvature che lo rendono veramente unico e qualcosa di mai visto in acque. Letale!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelline per esprimere il tuo voto

Valutazione 0 / 5. 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*