NEO Style: la bottom area giapponese

13 Gennaio 2020  |  Redazione Fishing

NEO Style è il marchio giapponese della leggenda giapponese Hosono Neo Masahito, che recentemente è passato anche per l’Italia. Il suo “core”? La pesca a bottom e vertical.

Il dato di fatto è che tutti stanno impazzendo per il bottom fishing. Chi pesca a trout area non può non averlo provato almeno una volta.

Il “bottom” e il “vertical” sono due varianti dell’area game nelle quali l’efficacia dell’esca si sviluppa “in caduta”, ovvero con il movimento dello spoon che scende verso il basso, incontrando via via le trote lungo la colonna d’acqua.

In questo ambito, è leggenda un giapponese che ha fondato un’azienda che si chiama NEO Style, appena approdata su SportIT: Hosono Neo Masahito.

Personaggio incredibile, Hosono produce alcuni prodotti che ormai sono must have nelle cassette di chi pesca ad area. Ve ne citiamo alcuni, descrivendo i come e i perché della loro efficacia.

A pesca con… l’edamame

Il sushi va di moda, ormai. Chi non ha mai mangiato gli edamame al ristorante giappo?

Ci ingozziamo noi, figuriamoci le trote! Scherzi a parte, un’esca simbolo del marchio Neo Style è il cosiddetto “fagiolo”, il Mame Tawashi.

In breve, è uno spoon “peloso”: da un lato metallico, dall’altro… ricoperto di pelo.

Il motivo di questo alcuni lo spiegano con il fatto che il pelo evita alle trote di sentire il “metallo” dello spoon.

Spiegazione romantica, ma la realtà è molto più “tecnica”: il pelo si impregna di acqua e umidità, rendendo lo spoon più pesante fuori dall’acqua, quindi può essere lanciato più lontano.

Ma in acqua… rimane più leggero, proprio grazie al fluttuante pelo che ricopre lo spoon.

Come si usa il Mame Tawashi Neo Style? E’ molto efficace sulla pesca a vista (è voluminoso in acqua), ovviamente in assetto sia vertical sia bottom.

Trote Premium

Sicuramente più accattivante, per la forma moderna e aggressiva, del Mame, c’è il Premium.

Ricorda un po’ un transformer, per la forma squadrata, ed è diviso in 2 tipi, anzi 3.

La versione Air, più piccola, e la versione SS, Slow Sinking, più grande, con in mezzo la versione S, identica per dimensioni alla SS.

Ma attenzione: la versione Premium New Air del Premium, pur essendo più piccola è più pesante della versione SS.

New Air è un minuscolo bottom spoon per pescare le trote in profondità facendo scendere l’esca velocemente.

SS invece sta per slow sinking, affondamento lento. Il Premium SS è più grande ma scende lentamente verso il fondo, dal momento che fa più attrito in acqua.

Se sollecitato durante la discesa, si muove sul suo asse vibrando come se volesse “salutare”. Ciao ciao!

Premium S NEO Style invece è grande come l’SS, ma più pesante. Quindi, si posizione esattamente in mezzo tra SS e Air.

C’è una piccola differenza anche nei materiali. New Air è in ottone, mentre S e SS sono in alluminio. Un materiale più leggero, anche in acqua.

Il Premium ricorda alla lontana un altro efficace spoon da bottom, ma non è magnetico. L’amo è tenuto in verticale e in posizione da una scanalatura.

Come nella mosca

Detto delle esche, passiamo a un’altra cosa molto interessante del mondo Hosono-Neo Style: il filo Marker Leader.

Disponibile in tre misure (3,5, 4,4, 6 libbre, ovvero 0,12, 0,14 e 0,16 millimetri), sulla bobina trovi un filo lungo 3,5 metri diviso in due parti.

Una parte trasparente “classica” e una parte colorata, in due colori (rosso e giallo), che cambiano ogni 15 centimetri circa.

Chi è anche avvezzo alla pesca a mosca potrà dire che ricorda uno strike indicator. Ebbene, il meccanismo è lo stesso.

Il Marker Leader Neo Style va legato alla treccia che esce dal mulinello dalla parte colorata, e alla parte trasparente si fissa lo spoon.

Grazie al colore cangiante, questo filo ci aiuta a capire se la trota sta mangiando mentre l’esca scende sul fondo.

E’, a tutti gli effetti, un indicatore di abboccata, perfetto per la pesca in superficie o comunque nei primi strati d’acqua.

Col mulinello, ma in punti diversi

Abbiamo aperto l’articolo con un prodotto particolarissimo, lo chiudiamo con un ancora più particolare.

La canna Vertical Pro 180S di Neo Style ti colpisce perché, se non sai cosa hai davanti, la confondi per una canna a cui manca un pezzo: la placca portamulinello.

In realtà, è tutto studiato dalla mente di Hosono.

La canna ha un grezzo cavo, è rapidissima, molto di punta, e non ha la placca portamulinello perché il mulinello va applicato direttamente a contatto con il grezzo.

Come? Fai delle prove prima con del semplice nastro adesivo per capire a che altezza vuoi metterlo (a seconda del peso del mulinello e della sensibilità che desideri in abboccata), e poi lo “fissi” con un nastro.

Ma la parola “fissare” è un eufemismo perché in realtà l’efficacia di questa canna sta proprio nella possibilità di mettere il mulinello dove ci pare.

Altra caratteristica è il manico cavo. Prima di entrare in pesca bisogna togliere il tappo dal fondo: secondo Hosono, la canna così assettata ci permette di sentire le abboccate prima ancora di vederle.

Accentua tantissimo le vibrazioni.

Su una canna così va rigorosamente montato un mulinello taglia 2000 che sia il più leggero possibile.

Prima di salutarci, ultimo flash.

Abbiamo citato esche, fili e canna, manca adesso l’accessorio finale: il releaser di Neo Style. Quello di Hosono è particolare perché è tutto in carbonio, ed è allungabile: chiuso misura 30 centimetri, aperto 60.

Ma soprattutto, la testa è maggiorata per rovinare meno gli ami e gli spoon che impieghiamo nella trout area.

Il tocco in alluminio viola poi fa volar via la testa.

Ma si sa, i giapponesi, sullo stile in pesca e applicato all’attrezzatura, sono qualche meridiano avanti a noi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*