Over Carp Krillogy: come nasce una boilie di successo

29 Luglio 2019  |  Paolo Meneghelli

Le Krillogy di Over Carp sono appena arrivate sul mercato e sono già molto richieste: queste nuove boilies a base di krill sono molto molto particolari e ve parliamo approfonditamente in questo articolo

Quando apri il barattolo la prima cosa che dici è “non sono come tutte le altre“. Sanno di krill, ma non solo.

Le nuove Krillogy di Over Carp Baits sono esche molto molto particolari e non è solo l’odore fuori dal barattolo a renderle “diverse”.

Consistenza, sapore (se assaggiate), comportamento in acqua: queste sono proprio “esche di Over Carp“, ed è proprio questo uno dei motivi per cui stanno avendo così grande successo.

La linea completa è composta da boilies affondanti, pop-up, hookbaits bilanciate e dip.

Pesce, e poi?

Non per essere monotoni, ma questa non è solo una boilie al krill, è qualcosa di più. La nota fruttata che si sente non può essere nascosta, e, come leggerete nell’intervista qui sotto, non la nascondono nemmeno Alessandro e Deborah di Over Carp.

La frutta c’è, ed è importante che ci sia.

L’impatto di queste boilies è notevole, una volta prese tra le dita l’aromatizzazione rimane forte e persistente. Sintomo che la pallina è anche molto rapida, rilascia gli aromi velocemente ed è idonea anche per pescate rapide.

Noi le abbiamo provate in un paio di pescate veloci e possiamo confermarlo: sono palline che vengono immediatamente riconosciute dal pesce come fonte di cibo. Hanno quindi una velocità che non ci saremmo mai aspettati da palline al krill (le loro dirette concorrenti, per quanto riguarda l’assortimento di SportIT, sono le The Krill di Sticky Baits, palline fenomenali sul lungo periodo ma molto “lente” a entrare in pesca).

Detto questo, lasciamo la parola a Deborah e Alessandro, a cui abbiamo posto alcune domande (molto probabilmente, le stesse che vi siete posti anche voi, sulle Krillogy.

La granulometria della Krillogy è fitta, ma non troppo…

L’intervista con i creatori

Come nasce l’idea delle Krillogy?

Krillogy per noi è stata un pò una scommessa. L’obiettivo era quello di inserire, nella quantità più ingente possibile, il krill in tre forme.

La prima è il classico intero fresco e macinato, la seconda è in forma degrassata e più proteico, mentre la terza è in forma idrolizzata.

Da questa “trilogia” nasce appunto il nome Krillogy.

La percentuale raggiunta in totale nella linea affondanti è ben del 40% di krill e del 70% nelle Hookbaits Critical Balanced e Pop-Up.

 

La Krillogy è una boilie non eccessivamente dura. Perfetta anche per le pescate veloci.

Quanto tempo avete impiegato dall’ideazione, alla prova sul campo e al lancio sul mercato?

Ci sono voluti circa 5 mesi di prove e ahimè qualche quintale di impasto buttato.

Poi, grazie a moltissime prove e l’inserimento di particolari proteine, abbiamo trovato il giusto compromesso tra coesione, peso specifico e interazione in acqua.

Inoltre, abbiamo anche dovuto trovare la giusta cottura (a convenzione vapore e bassa temperatura per circa 16 minuti) per far sì che il diametro scelto rimanesse tale.

 

Già al primo contatto, Krillogy è diversa dal punto di vista aromatico da qualsiasi altra esca al Krill. Sembra quasi abbia sentori fruttati: qual è il segreto?

La grande quantità di krill inserito risultava essere molto pungente dal punto di vista olfattivo, e per questo abbiamo fatto formulare un aroma alla banana con note molto cremose e dolci, per arrotondare il gusto e la fragranza finale.

 

Come tutte le Hookbait Over Carp, anche le Krillogy si bilanciano con ami d’acciaio.

Potete dirci qualcosa di più sugli ingredienti?

Certamente. Non contenti dei primi risultati abbiamo inserito ulteriori preziosi ingredienti quali: idrolizzato di fegato, lievito concentrato ed estratti di lievito (digeribilità ed apporto di amminoacidi e vitamine), Robin Red, spezie ungheresi forti e dolci, un 10% del nostro idrolizzato Over Hydro Protein, proteine del siero concentrate ed attrattori di casa OCB.

 

E’ un’esca che consigliate per pescate lunghe, oppure è un’esca rapida, da pescate brevi?

Per composizione è un’esca che viene immediatamente riconosciuta e dall’altissima digeribilità, prerogativa fondamentale di Over Carp Baits.

Inoltre, essendo molto nutritiva, ne risulta un’esca eccezionale anche nel lungo termine.

Mi sento di dire (ma sono di parte) che è un’esca da utilizzare in qualsiasi periodo ed in qualunque ambiente.

 

In fase di test, in quali acque ha dato i migliori risultati?

Laddove è stata utilizzata, i risultati sono stati superiori alle nostre aspettative, in quanto mai ci saremo aspettati una velocità di entrata in pesca, con un mix così “carico”.

Detto questo, non c’è un’acqua dove ha prevalso. Di sicuro qualche partenza in più dove vi è la presenza di gamberi e crostacei di cui le carpe vanno ghiotte.

 

Krillogy è, secondo voi, la migliore esca che Over Carp abbia mai prodotto?

Non abbiamo un vero e proprio cavallo di battaglia, tant’è che ogni qualvolta andiamo a pesca, difficilmente affrontiamo la sessione con un solo tipo di boilie.

Possiamo assicurarvi che qualsiasi boilies di casa OCB andrete a scegliere, i risultati non si faranno attendere.

 

Avete altre novità in serbo? Potete anticiparci qualcosa?

Ci stiamo attrezzando per ampliare le referenze dei nostri prodotti, come ad esempio boilies di diametri più piccoli, 10mm in primis, ultimamente molto richiesti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*