Spotted Fin: The Catalyst e il ritorno di Frank Warwick

Spotted Fin è un’azienda inglese che sta vivendo un autentico boom nelle acque d’Oltremanica. Merito di un’esca dagli ingredienti segreti e delle idee del grande Frank Warwick. Ne parliamo con il referente italiano Matteo Biasioli

Choice and quality, without compromises: scelta e qualità senza compromessi.

E’ questo il mantra di Spotted Fin, un’azienda inglese specializzata in esche per carp fishing, match e coarse fishing da poco apparsa sul mercato con l’esplosività di una bomba al tritolo.

I suoi sacchetti azzurri e grigi, con il logo semplice e il font lineare, colpiscono gli angler fin dal primo impatto sugli scaffali dei negozi.

La qualità e la persistenza degli ingredienti rimangono impressi nella mente del carpista che annusa un barattolo di pop-up o uno dei liquid food della linea.

E poi c’è Frank Warwick.

Sì, proprio lui, che dopo l’avventura Frank Warwick Baits si ributta nella mischia grazie a Spotted Fin, proponendo ai carpisti i suoi secret recipes che hanno fatto catturare a destra e a manca in tutta Europa.

Perché parliamo di Spotted Fin? Perché SportIT.com è il primo negozio italiano a portare questa linea in Italia, in esclusiva per tutti gli angler che vogliono dare una marcia in più alle loro pescate.

Matteo Biasioli, referente italiano di Spotted Fin.

In questo articolo vi daremo una piccola infarinatura sul mondo di Spotted Fin, e ci faremo aiutare dalle parole di Matteo Biasioli, angler veneto che oggi è il referente italiano del marchio inglese.

IL “CATALIZZATORE”

L’esca per cui Spotted Fin è diventata famosa in Inghilterra, ma sarebbe meglio dire in Europa, si chiama The Catalyst ed è… un’esca incomprensibile all’odorato.

Parliamo chiaro, noi carpisti non abbiamo molta fantasia. Annusiamo un’esca e ci aspettiamo di riconoscerne immediatamente l’odore.

Fragola, Banana, Pineapple, Scopex: sembra quasi che il riconoscere un odore sia sinonimo di “efficacia” delle boilie.

Bè, vi anticipiamo che con le The Catalyst l’esperienza è spiazzante, perché sono esche dall’odore (e sapore) molto particolari, per certi aspetti irriconoscibili, quindi diversi da tutto ciò che c’è in commercio.

Il motivo è proprio legato al “catalizzatore”, il componente segreto di queste palline. E agli ingredienti, totalmente naturali, che le compongono.

La linea The Catalyst comprende anche pop-up e wafter per inneschi bilanciati.

La linea Catalyst, come dice  il nome stesso, prevede all’interno un “catalizzatore” – racconta Matteo Biasioli – parola sconosciuta all’interno del carp fishing moderno, ma che ha diverse proprietà. Parliamo di una boilie allround molto valida in tutto il periodo dell’anno in quanto molto digeribile e allo stesso tempo molto attrattiva, composta da numerose farine e pochissima aromatizzazione”.

“Al primo impatto sentiremo un gusto “cremoso” ma con attenzione si andranno a scoprire anche altre fragranze che rientrano nei “gusti” preferiti delle nostre amiche”, conclude.

The Catalyst sono quindi boilies di alto livello, realizzate per situazioni “difficili” affrontando carpe sospettose. Ma non sono “bombe” aromatiche.

Come spiega Matteo: “La Catalyst può essere usata in grosse quantità.  La carpa la riconosce come una forte fonte di alimentazione, vista appunto la presenza del catalizzatore”.

Oltre al catalizzatore, le Catalyst contengono le migliori proteine del latte e della canapa, miscelate con lieviti probiotici e liquidi “attivi”. E naturalmente un “tocco” magico, quello del fegato.

Su SportIT è disponibile tutta la linea The Catalyst, dalle boilies da 18 e 15 mm, fino allo spray attrattivo, passando per il liquido, i wafter e le pop-up.

Assolutamente da provare il Particle And Pellet Syrup: una miscela dolce, cremosa, perfetta per bagnare le granaglie e gli stick mix contenenti pellet.

Il Liquid Krill è uno dei più efficaci cibi liquidi da inserire in stick mix e per bagnare i pellet.

CIBO LIQUIDO

E’ la traduzione di liquid food, cibo liquido. Qui entriamo nel campo dell’attrazione estrema per via di ingredienti naturali.

Spotted Fin produce cibi liquidi molto attrattivi, e su SportIT.com trovate per esempio il Liquid Tuna e il Liquid Krill.

Si caratterizzano per l’intensità del segnale alimentare e la qualità dei componenti. In passato questi ingredienti venivano usati quasi esclusivamente nel self-made, ma oggi l’impiego è ben diverso.

Come ci spiega ancora Matteo: “A mio parere i liquid food Spotted Fin possono essere usati in moltissimi modi, ma in primis sono da inserire all’interno degli stick mix per renderli più appetibili e attrattivi. Sono tutti totalmente Pva friendly.

A chi piace pescare con “bombette” e solid bags questi ingredienti liquidi piaceranno tantissimo.

“Piccolo segreto – chiude Matteo – i Liquid Food Spotted Fin mescolati in parte con la nostra Glicerin in proporzione 3 parti di liquid food e una di glicerina, beh… provare per credere!”.

FRANK IS BACK

L’inconfondibile sorriso (e relativo carpone) del guru del carp fishing Frank Warwick.

Tutti i carpisti conoscono Frank Warwick. Chi per le sue qualità di lancio e la collaborazione con Century (oggi proseguita alla grande con il marchio Sonik), chi per l’introduzione sul mercato delle prime esche fluo nella storia del carp fishing.

E chi, invece, perché “orfano” della bella ma brevissima esperienza di Frank Warwick Baits. Quelle esche erano devastanti dal punto di vista della resa in pesca, e chi le ha usate spesso ne ha fatto “collezione” tanto erano efficaci.

Ebbene, Spotted Fin renderà felice questa fetta di pescatori perché, grazie alla collaborazione con Warwick, ha portato sul mercato delle pop-up (e dei wafters) altrettanto devastanti.

I nomi sono: Fruit Zing, Caramel Cream, Classic Corn, Masala Spice e Miracle Berry. Pochi gusti, ma buoni. Buonissimi.

Su SportIT trovate tutta la linea delle pop-up Frank Warwick per Spotted Fin, e i relativi liquidi spray per potenziare ulteriormente gli inneschi.

La linea Fruit Zing di Spotted Fin è la più veloce tra le esche create da Frank Warwick.

Chi ha usato un aroma, come il sottoscritto, alla fine li ha presi tutti. Ma non sono tutti uguali.

Quindi, da dove cominciare? Abbiamo chiesto a Matteo di darci una mano. Partiamo così: qual è l’aroma più veloce della linea di Frank?

“Mi sono trovato di recente a scambiare opinioni riguardanti la hookbait più veloce, inteso come riconoscimento visivo e olfattivo: la risposta di Frank è stata Masala Spice, in quanto ha un’aromatizzazione pungente e ben accettata”.

Poi prosegue:  “Mi sento di consigliare per lo stalking anche l’aromatizzazione Sweetcorn in quanto olfattivamente è devastante e la pop-up è di colore giallo.  Soprattutto, può tranquillamente bilanciare ami di piccole dimensioni così da rendere l’innesco molto più performante”.

Ma visto che siamo in inverno, in acqua fredda qual è l’hookbait migliore?

I mini wafter di Warwick saranno presto disponibili su SportIT.com.

“Per la pesca invernale mi sento di consigliare le Caramel Cream, le Masala Spice e le Miracle Berry. Ma se si vuole avere una marcia in più, la Fruit Zing, abbinata al suo booster spray, dà sicuramente un impatto visivo e olfattivo molto rilevante e persistente, tanto da “risvegliare” anche le carpe più sospettose”.

Le Miracle Berry sono esche altrettanto particolari. Contengono l’aromatizzazione “Buchu” che è un olio essenziale molto forte, spettacolare in inverno. Sono esche fruttate dall’aroma pungente, davvero inconfondibili.

Al momento non sono presenti su SportIT.com i mini-wafters di Frank ma lo saranno presto, per completare una linea che, già di suo, ci permette di affrontare molteplici situazioni sia in cava che in acqua libera.

ESCHE MAI VISTE PRIMA

La linea Smokey Jack è la grande novità di Spotted Fin per il 2018. Stay tuned…

Le esche di Spotted Fin sono proprio questo: esche mai viste prima in Italia.

Già, perché sebbene qualche appassionato possa averle comprate in Inghilterra in passato, non hanno ancora avuto un forte impatto nelle nostre acque.

Chi scrive è tra chi le ha comprate Oltremanica e può confermarlo: la qualità degli ingredienti è superiore, così come i risultati sulle pescate veloci.

E, ovviamente, non finirà qui. Abbiamo chiesto a Matteo di svelarci qualche novità di Spotted Fin:

“Per il prossimo anno ci sono molte novità che bollono in pentola ma di sicuro la più rilevante è l’uscita della linea Smokey Jack, che comprende: boilies, active stick mix, liquid food, booster spray, wafter, hookbaits e poppy. Questa è la news principale, ma le novità ovviamente sono molte di più in quanto Spotted Fin è sempre in continua evoluzione… le scoprirete presto!”.

Ed Skillz, eclettico e inconfondibile carpista olandese, è una delle punte di diamente dei testimonial Spotted Fin.

Ciao! Sono Paolo e la mia passione, come si può vedere dalla foto, è la pesca. Bazzico laghi e fiumi da quando ho sei anni e le tecniche le ho provate più o meno (quasi) tutte. Dal 1999 convivo con la "febbre" del carp fishing, che è tutt'ora la "mia" tecnica. Lavoro nel mondo della pesca dal 2001, prima come giornalista e redattore per le testate Pescare Carpfishing, Pescare, Carp Fishing Magazine e Carp Fishing Mania, poi come direttore del mensile Carp Fishing Top. Oggi mi occupo a tempo pieno di SportIT, dove curo tutto quello che riguarda la nostra fantastica passione. Se volete contattarmi, per info e consigli, scrivete alla mail fishing@sportit.com!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*