Nuova maglia Juventus 2019: la rivoluzione

14 Maggio 2019  |  Alessandro La Corte

Lo sappiamo già da qualche settimana, da domenica è ufficiale. La nuova maglia Juventus 2019 non avrà le classiche strisce bianconere, ma si presenta con un look davvero rivoluzionario. Sguardo al futuro o esagerazione commerciale? Ecco il nostro parere…

La nuova maglia Juventus 2019 ha debuttato due giorni fa, nella trasferta che ha visto i bianconeri uscire sconfitti dall’Olimpico per mano della Roma. Un risultato indolore, a dire il vero, che non ha destato molto scalpore tra i tifosi di Madama, ormai già scudettati da qualche settimana.

Era quindi ovvio che le attenzioni del match romano si spostassero sulla nuova divisa juventina, lanciata come da prassi da adidas nelle ultime giornate del campionato che si sta per chiudere.

nuova maglia juventus 2019, Chiellini

In questo senso, le opinioni sono state contrastanti. Apprezzamenti, ma anche molte levate di scudi a difesa di una tradizionalità violata, che vede per la prima volta (dopo più di un secolo) la Vecchia Signora senza strisce.

Detto che sono comprensibili entrambe le posizioni, cerchiamo di fare un’analisi del perchè la Juve e adidas hanno compiuto una scelta devvero estrema, anche rispetto alle versioni più recenti. Scelta che è destinata, piaccia o meno, a rimanere nella storia della società, se non altro a livello cromatico.

Nuova maglia Juventus 2019: il look

Iniziamo analizzando a fondo il prodotto, in modo da avere un quadro della stiuazione chiaro davanti. La maglia si presenta con una divisione a quarti bianco/nera, con maniche alternate.

nuova maglia juventus 2019, cuadrado

Una striscia rosa centrale divide geometricamente i due lati e funge da richiamo al colore originario della società (il rosa, appunto). Il girocollo nero incornicia in maniera elegante e sportiva tutto l’insieme, che comprende anche le tradizionali bande adidas sulle spalle.

Lo stemma del club rimane posizionato sul cuore, coronato dalle classiche tre stelle. Lo scudetto sarà invece posizionato dalla parte opposta, appena sopra il simbolo adidas, mentre il main sponsor Jeep farà bella mostra di sè in posizione centrale, a cavallo delle due metà.

nuova maglia juventus 2019, Bentancur

Sul retro, invece, un grosso box nero crea il contrasto perfetto per la numerazione bianca, che ricalcherà nel carattere quella di questa stagione. Dopo un po’ di incertezza sulla colorazione dei numeri, la Juve ha optato per la massima chiarezza possibile, andando incontro anche alle norme UEFA per la leggibilità.

nuova maglia juventus 2019, de sciglio

In chiave tecnica, la maglia da gioco che indosseranno i giocatori (la versione Authentic) presenta le tradizionali tecnologie adidas per i professionisti. Spazio quindi a tecnologia Climachill e massima leggerezza possibile, con stemmi applicati a trasferimento termico, in modo da ridurre il peso. Inoltre, un fit più aderente e un orlo arrontondato marcano la differenza con la versione creata dal marchio tedesco per i tifosi.

Quest’ultima, infatti, avrà un taglio più morbido e maggior libertà di movimento sulle spalle, oltre ad avere una tecnologia di traspirazione differente, ovvero la Climalite. Insomma, una maglia più comoda e, anche, più accessibile alle tasche del grande pubblico.

Nuova maglia Juventus 2019: il perchè della scelta

Già, tutto bello, ma perchè questa rottura fragorosa con il passato? Le risposte, lo sappiamo, possono essere molteplici, proviamo però a dare la nostra interpretazione. Innanzitutto, su una cosa dobbiamo convenire. La Juve, negli ultimi anni, si è dimostrata come la vera (e forse unica) forza innovatrice a livello di panorama calcistico italiano.

E’ stata la prima a dotarsi di uno stadio di proprietà di alto livello, nonchè la prima a capire l’importanza del brand a livello di marketing, con operazioni come la presentazione del nuovo logo. Strategia che ha visto anche l’acquisizione (onerosa) di Cristiano Ronaldo, un campione, certo, ma anche un vero e proprio marchio di riconoscimento a livello commerciale.

Insomma, è chiaro che la Vecchia Signora mira a diventare un brand indipendente, stile New York Yankees per intenderci. Una trasformazione che fa molta gola sui mercati americani e asiatici, mercati che in cui la Juve vuole entrare a piedi uniti.

Vista in chiave marketing, appunto, anche la nuova maglia ha un suo preciso scopo. Un senso di impatto e di riconoscibilità fortissimo, con il video di lancio (vedi sopra…) che invita addirittura i tifosi a DIVENTARE essi stessi le strisce della maglia. Be the stripes, appunto. Il tifoso si sente parte integrante del club, nel vero senso della parola.

nuova maglia juventus 2019

Insomma, a livello commerciale tutti contenti. Ma per quanto riguarda il look? In diversi si sono lamentati dell’assenza delle strisce, mostrando un sentimento nostalgico che mal si accompagna con lo sguardo al futuro che caratterizza l’operato della società.

Senza entrare in questioni stilistiche, dove il gusto di ognuno la fa da padrone, sottolineiamo anche che già alcune maglie precendenti di Madama avevano rotto la tradizione. Si guardi, ad esempio, la maglia 2016/17, ma anche quella di questa stagione.

D’accordo, l’impatto sarà stato meno forte, ma comunque già questi due esempi avevano fatto intendere qualcosa. Insomma, di avvisaglie di cambiamento ce n’erano.

Inoltre, le vittorie degli ultimi anni non sono state casuali: sono frutto di una strategia precisa, una strategia che comprende anche scelte dolorose o difficili, ma che alla fine porta indiscutibilmente dei vantaggi economici. C’è da chiedersi se queste vittorie sarebbero state possibili in mancanza di questa pianificazione così precisa.

Quindi, la domanda è questa: forse alcuni tifosi della Juve preferirebbero giocare con una maglia tradizionale, ma siamo sicuri che i ricavi derivanti da tutto ciò sarebbero gli stessi? I soldi, si sa, fanno arrivare i campioni e di conseguenza le vittorie. La risposta che si è data la società è fin troppo ovvia ed è anche in linea con il claim che accompagna la Juve, ovvero vincere è l’unica cosa che conta.

Insomma, dal nostro punto di vista, ogni vero tifoso bianconero non può che essere contento di un’operazione simile. Perchè un vero tifoso incarna in pieno lo spirito della propria società, che è quello scritto sopra. Il club non si ancora al passato: la nuova maglia Juventus 2019 ne è un esempio perfetto.

Ricordiamo che la maglia Juve 2019/20 sarà in vendita a partire dal 19 maggio su SportIT.com e nel nostro store di Milano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*