Scarpe calcio donna: la passione è rosa

21 Novembre 2017  |  Alessandro La Corte

Il calcio femminile è sempre più diffuso: scopriamo insieme le ultime novità in fatto di scarpe calcio donna

“Il calcio non è sport per signorine”. Ma per favore, finiamola con i luoghi comuni. Eh si, perchè se da un lato siamo a piangere la tragica situazione dei maschietti italiani, con la Nazionale a casa dal Mondiale e un livello tecnico del campionato da libro horror, dall’altra parte della barricata il movimento femminile è in costante ascesa.

E pazienza se i soloni del gioco duro e cattivo possono storcere il naso. Oggi il calcio è anche donna, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti, esattamente come per i colleghi del cosiddetto sesso forte (anche se vedendo gli ultimi risultati degli Azzurri qualche dubbio è lecito).

Basti pensare a quanto si sia ampliato il movimento, in Italia e nel mondo, negli ultimi 20 anni. Sdoganato da americane e brasiliane, il calcio in gonnella ha preso piede rapidamente ed è oggi uno degli sport più popolari all’interno dell’universo femminile.

Gli esempi sono molteplici, basti pensare per esempio alla recente fondazione e nascita della Juventus Women Football Club, oppure alla panchina della Nazionale Femminile, assegnata a un personaggio di assoluto spessore come Antonio Cabrini.

La Juventus Women Football Club è stata fondata nel 2017

 

Avete ancora dubbi? Per toglierveli, non c’è modo migliore di osservare insieme come si comportano le grandi aziende del mondo pallonaro nei confronti dell’universo rosa, ad esempio in un segmento tecnico come quello delle calzature. Se fino a qualche anno fa parlare di scarpe calcio donna faceva sorridere, preparatevi a una bella sorpresa.

Esatto, avete capito bene. Le scarpe dedicate alle signorine amanti del pallone sono una fetta sempre più importante nel mondo di un marchio come ad esempio Nike. La casa di Beavertown, ad esempio, propone da tempo modelli che propongono colorazioni dedicate esclusivamente al gentil sesso. La versione Acqua/Black/Volt, uscita di recente, è un’ottimo test da effettuare per vedere l’effetto che ne scaturisce.

Acqua/Black/Volt

Magista, Mercurial, Hypervenom, Tiempo. I protagonisti sono sempre i soliti, declinati questa volta in abiti femminili. Che effetto ne vien fuori?

Magista in versione femminile: eleganza e stile

Beh, a parer nostro il contrasto è gradevole e ruba gli occhi soprattutto su modelli più aggressivi, come Hypervenom o Mercurial. Per Magista e Tiempo, simboli di un calcio più ragionato, la contrapposizione è meno netta, dando l’idea di un prodotto più classico. D’altra parte, anche nel mondo del calcio femminile, le scarpe di una vera metronoma del centrocampo sono proprio quest’ultime.

Lo stile rimane quindi sempre un forte punto di riconoscimento in campo, anche per quanto riguarda le versioni a tinte rosa. E per quanto riguarda la tecnicità? Niente paura: le scarpe calcio donna di Nike presentano le stesse caratteristiche delle versioni da maschietto. Parità in tutto, quindi.

Le Mercurial da donna hanno le stesse caratteristiche tecniche della versione da uomo: velocità estrema

 

Tornando allo stile e alle colorazioni, su Hypervenom e Mercurial, come detto, l’effetto contrasto è, a nostro giudizio, molto interessante. Bello anche il baffone che percorre tutta la tomaia, per un effetto davvero da stella assoluta dell’attacco.

In sintesi, l’idea di una colorazione ad hoc per il genere femminile a noi piace. Belle, accattivanti e dal look subito riconoscibile, esprimono bene il senso di una passione che, come detto, è in costante ascesa e coinvolge sempre più partecipanti.

Tiempo: classe immutata anche nella versione femminile

Le nuove colorazioni di scarpe calcio donna, insomma, si preparano a conquistare il pubblico. E paiono essere pronte a diventare uno degli articoli più richiesti in un contesto, quello del calcio femminile, che è davvero in ebollizione. Ed è giusto cosi, dato che la passione per il pallone non può e non deve avere limitazioni di nessun tipo.

Le future stelle saranno pronte a lasciarsi conquistare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*