fbpx

Metti una sera al Bollettone… Stars With Us un successone!

Raccontino e foto di com’è andata la salita notturna al Monte Bollettone con Stars With Us organizzata da SportIT e dagli amici di Run With Us. Tanta fatica, risate, e un panorama mozzafiato!

Forse è un destino delle cose belle, ma le cose belle, in genere, nascono per caso. Da un’idea buttata lì.

Andiamo una sera sul Bollettone? Mangiamo due cose, birretta, e guardiamo il tramonto“, dice uno di noi.

La reazione è polare: ci si guarda, facendo finta di non guardarsi. Come fai a dire di “no” senza offendere, e al contempo come fai a dire di “sì” senza nemmeno sapere cosa andrai a fare…

Finché qualcuno dice: “Non è follia, conosco uno che l’ha fatto con gli amici dopo il lavoro, e si è divertito da morire“.

Da lì, a raccogliere più di novanta adesioni, è stata questione di poche settimane.

Eh già, perché dal team building si è passati al team building “allargato” con tutti gli amici di SportIT, e mai una scelta fu più azzeccata!

Spostamento, e via!

Inizialmente doveva essere maggio, ma per svariati motivi abbiamo dovuto rinviare.

Si fa il 10 giugno“. Perfetto. Farà caldo il giusto, la gente non è ancora in vacanza, e soprattutto i saldi sono lontani. Si sa mai che qualcuno si infortuni per arrivare a godere di questo panorama:

Quindi 10 giugno, olè, tutti carichi, tutti pronti. “Prepariamo una bella locandina!“. Fatto. “Raccogliamo le iscrizioni con un form!“. Fatto. “Organizziamo i gruppi per arrivare su in cima!“. Fatto. “Siamo sicuri che tutti abbiano le lampade da testa?!“. Speriamo.

Dietro queste domande ci sono le menti di SportIT che hanno pensato all’evento e si sono occupati di organizzarlo. Menti, e voci, in particolare la sua. Anna è una vera leader del gruppo Run With Us e non è stata da meno neanche ai piedi del Bollettone!

Mi raccomando, occhi aperti, ognuno salga col suo passo. Cambiatevi in cima la maglietta perché sarà sudata e farà freddo. Una volta in cima, mangeremo tutti insieme, vedremo il tramonto e poi torneremo giù. Siete carichi?“. Sì, e infatti, si parte, scarpe da running o da trekking ai piedi, a seconda dell’andatura:

Non sarà proprio in tono con la montagna e coi suoi colori estivi, ma a noi l’arancione SportIT piace parecchio. La salita alla cima del monte, partendo dal parcheggio dell’Alpe del Vicerè, si è colorata del colore dell’estate.

“Ognuno col suo passo” significa che gli amici allenati – in particolare i RunWithUsers – sono schizzati su in cima allungando il gruppo, ma fermandosi ogni tanto ad aspettare i meno allenati e chi, il 10 giugno, voleva semplicemente fare una chiacchierata diversa dal solito con gli amici. Ma anche chi pesa novanta chili e a salire aveva il fiatone modello compressore (ogni riferimento al misterioso autore di questo testo è puramente casuale).

Stop, tutti fermi, tutti per uno, uno per tutti!

Sali, sudi, sbuffi, il bello della salita al Bollettone è che è subito tosta, per diventare più docile dopo. Quando si apre lo scorcio del panorama e riesci a vedere tutti i laghi della Brianza: Oggiono, Pusiano, Alserio, Montorfano. In attesa di vedere anche il lago di Como una volta in cima, vuoi non farti un selfie davanti a questo panorama mozzafiato?!

Non bisogna rallentare troppo perché sta scendendo il sole, e appena abbandonato il bosco inizia a fare fresco, un BEL fresco!

E finalmente, è la Cima! Chi prima, chi poco dopo, tutti hanno raggiungo la cima del Monte Bollettone per godersi l’istante in cui il sole scendeva dietro l’orizzonte.

Guardate quanto siamo belli!

Aperitivo in centro a Milano? No, grazie, preferisco questo:

E questo:

In discesa, al buio, abbiamo messo via i cellulari e tenuto al minimo la luce della lampada frontale. Per godere di un silenzio che, nelle città in cui viviamo, così vicine con tutte le loro luci, è ormai impossibile da raggiungere.

Ci si racconta i fatti della vita e i ricordi della montagna alla fine di una giornata iniziata con il lavoro e terminata con un’esperienza nuova, diversa.

Per tanti è stata la prima volta, e la preoccupazione iniziale ha lasciato il posto a messaggi del tipo “la prossima volta mi copro meglio“, “quando ci torno mi porto più acqua“, “sicuramente quando torno porto una torcia da 500 lumen come la tua perchè non vedo un tubo“, “dai, dobbiamo tornarci e dormire su“.

“Prossima volta”, “tornarci”, “quando torno”: parole e concetti che significano che Stars With Us ha colto nel segno!

Ora, bisogna solo che, dal caso, venga sparata un’altra idea assurda.

Che tanto assurda, alla fine, per chi vuole bene a SportIT, non è…

Buona montagna, amici!

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca sulle stelline per esprimere il tuo voto

Valutazione 3.3 / 5. 6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
*