Tutte le novità del Pescare Show 2019

26 Febbraio 2019  |  Paolo Meneghelli

Il Pescare Show 2019 di Vicenza è appena terminato. Noi di SportIT abbiamo fatto un giro curiosando tra gli stand e, in questo articolo, vi presentiamo qualche novità per il 2019

Grande o piccola che sia, è sempre bello andare in fiera.

Provoca un po’ quell’effetto stupore che ci coglie da bambini quando andiamo al luna park.

Le luci, gli stand colorati, quel testosteronico desiderio di “possedere” le ultime novità sul mercato.

Di ritorno dal Pescare Show vi proponiamo qui un articoletto dedicato alle novità più importanti, secondo noi.

Se non ci siete stati, è l’occasione giusta per “assaporare” un po’ della fiera. Se invece eravate là, vi farà piacere passare ancora qualche minuto con la vostra passione.

Se, invece, avete seguito le dirette sul nostro nuovo profilo Instagram @sportitfishing, bé, siete stati grandissimi, però non vi abbiamo mostrato proprio tutto, tutto, tutto…

L’Invictus è un nuovo mulinello dedicato allo spinning medio pesante, presentato in taglia 5500 e 6500.

Trabucco: a 360 gradi

Quindi, da dove partiamo? Dall’ingresso, e da uno degli stand più grossi della fiera, quello di Trabucco.

Come tutti sappiamo, Trabucco ha un catalogo infinito che comprende tutte le tecniche, non solo con il marchio stesso che dà il nome al brand, ma anche con tutti i “figli” come Rapture, K-Karp e Catgear.

Di K-Karp e Catgear abbiamo parlato in ottica Carpitaly, qui ci dedichiamo a Trabucco e Rapture.

Prima novità, che riguarda gli appassionati di spinning pesante, è il Mulinello Trabucco Invictus, nelle due nuove misure 5500 e 6500.

La canna Ocean Blast… visto che piega? Canna da spinning in mare con manico offset davvero spettacolare…

Un mulinello fluido, molto leggero, dotato di bobina capiente e pomello power fight. Nella fascia del prezzo medio sarà un vero e proprio numero 1.

Per quanto riguarda le canne, belle novità soprattutto dal mare. Trabucco ha lanciato le nuove canne Cassiopea XCT: più sottili, più resistenti e qualitative del modello precedente.

Sempre parlando di mare, ecco una nuova imperdibile novità: la riconosci subito perché è rossa, ed è la canna Ocean Blast. Si tratta di un prodotto espressamente dedicato a chi pesca a spinning medio-pesante.

Dal serra, al barra, passando per palamite e pesca sulle mangianze, la Ocean Blast è un attrezzo monopezzo con manico offset in grado di raggiungere pieghe incredibili. Provare per credere, la foto non mente!

Gli appassionati di pesca dalla barca troveranno pane per i loro denti soprattutto nelle Boreas, canne da stand up dotate di anellatura ACID.

Ecco le nuove Cassiopea: si può migliorare una canna praticamente perfetta? La risposta è sì!

Ci ha colpito la loro leggerezza: sembra quasi impossibile per una canna da impiego “pesante”, eppure Trabucco ce l’ha fatta!

Passiamo all’acqua dolce, con un concept di canne stiloso, dedicato a chi pesca in città. Street fishing, urban fishing, ovvero la moda del momento.

Da tenere d’occhio in questo segmento le nuove canne City Game, in 4 versioni (2 Fast Finesse, una Light e una Power Drop), con potenze da 0,5 grammi fino all’oncia.

Insieme alle canne Cloud, canne più specifiche per il light game, le City Game sono le canne fatte apposta per i più giovani e stilosi pescatori a spinning.

Dalla città fuggiamo in montagna, con le canne Iride TRX, canne specifiche per lo spinning “Native” in torrente. 5 modelli, con potenze da 0,8 a 8 grammi: insomma, c’è tutto per gli appassionati dell’acqua corrente veloce.

La nuova “bestia” di casa Shimano: Stella SW-C!

Shimano: Stealla, S.T.C. e… un gommone in palio

La casa Giapponese ha puntato forte su pochi concept, ma ben chiari. Lo stand era diviso in aree tematiche che richiamavano le novità più importanti.

La prima, e non poteva essere altrimenti, era dedicata al nuovo mulinello Stella SW-C. La “bestia”, di cui abbiamo già parlato abbondantemente anche sul blog di SportIT e che sarà disponibile da metà marzo.

Sempre in tema di mulinelli di alto livello, Shimano ha rifatto un make up completo al Vanquish.

Quello che abbiamo davanti ora è un mulinello più leggero, più rigido e più fluido del suo predecessore, che non scherzava in termini di qualità assoluta.

Bici e pesca possono andare d’accordo? Secondo Shimano sì, grazie alle nuove canne S.T.C.!

Molto probabilmente siamo davanti a uno dei mulinelli migliori per lo spinning in acqua dolce, un prodotto non per tutti, ma in grado di rispondere alle esigenze dei pescatori più esigenti.

Shimano al Pescare Show 2019 rilancia forte anche il concept delle canne Shimano S.T.C.. Canne da viaggio, ma soprattutto, canne per pescare sempre.

Che tu voglia tenerle in valigia, oppure nel bagagliaio dell’auto, o in un cassetto della scrivania al lavoro, l’importante è l’idea di poter pescare sempre, anche quando si hanno 5 minuti.

Nello stand Shimano ha rilanciato l’abbinamento tra pesca a bici, un po’ come fatto anche nel video di lancio delle S.T.C., presentando anche una linea di buffetteria da bici perfetta per vivere la pesca a 360 gradi.

Vuoi vincere un gommone? Acquista prodotti Shimano fino a ottobre 2019 e partecipa all’estrazione!

Infine, le 2 grosse novità legate al mondo Shimano, non tanto come attrezzatura ma come iniziative.

La prima è la Perch League, una “gara” che partirà tra poche settimane e durerà fino a 7 dove, grazie a un’app, i pescatori potranno competere per aggiudicarsi, oltre che premi mensili, un golosissimo premio finale di 2mila euro in prodotti Shimano.

Ve ne parleremo più avanti quando il lancio dell’app sarà ufficiale: qui vi basti sapere che basterà passare in uno dei punti vendita SportIT, scaricare la app e ritirare il welcome pack. Poi, dovrete pescare il persico reale più grosso possibile!

Molto golosa è anche l’iniziativa Last Man Standing: dal 1 maggio al 31 ottobre, se compri prodotti Shimano per un valore superiore a 100 euro, basterà registrarti sul sito Shimano Fish Network per partecipare all’estrazione di un gommone da pesca.

Sì, è proprio lui, quello che vedete in foto…

Daiwa: una… Certate!

Da un colosso passiamo all’altro, Daiwa. La casa di Osaka ha puntato su uno stand più minimal, ma concentrato soprattutto sui mulinelli.

E, in particolare, sul nuovo mulinello Certate.

Voto da 1 a 10 per il nuovo Daiwa Certate? 10!

Diciamolo subito: è una figata di mulinello e non vediamo l’ora di potervene parlare più approfonditamente!

Cosa possiamo dire ora? Bé, il corpo è in Zaion, quindi leggerissimo e molto rigido, ed è monoscocca.

Lo stile, con la ruota di comando maggiorata, richiama alla “vecchia scuola” dei mulinelli, ma piace perché si abbina perfettamente a un corpo con forme modernissime.

Totalmente trattato con l’olio magnetico Magsealed, è un mulinello virtualmente impenetrabile con classe IP6.

Questo significa che può essere usato sia in acqua dolce sia in mare senza nessun problema.

Per quanto riguarda altre novità, non possiamo parlarne qui perché si tratta ancora di “segreti” che l’azienda di Osaka ha mostrato solo agli addetti ai lavori.

Ma arriveranno novità per quanto riguarda i mulinelli da carp fishing (da settembre in poi, cari carpisti, preparatevi perché ne vedremo delle belle, e non pariamo solo di restyling), i mulinelli da spinning (tenete d’occhio il 2020-2021…), e anche i mulinelli economici.

Ecco come imbobina il nuovo Daiwa Certate… mica male eh!

Ci stiamo già sbilanciando troppo, meglio passare ad un altro stand!

Molix: tante esche e canne “Essenziali”

Ad accoglierci allo stand c’è il Maurizio Manzi nazionale che ci porta subito a vedere il pezzo forte.

Chi di voi ha seguito la nostra diretta su Instagram avrà visto tutto ma… repetita iuvant!

Andiamo subito all’espositore centrale delle canne dove ci sono le canne Molix Fioretto Essence.

Dopo aver lanciato lo scorso anno le canne Fioretto Speciale, la casa di Molinella ha lanciato al Pescare Show questo nuovo progetto che si prefigge l’obiettivo di avvicinare il più ampio pubblico possibile alle canne di alto livello.

La gamma è molto ambia e comprende canne da Trout Area, da Light Game, Eging, Allround, Slow Pitch, più due modelli Travel dedicati a chi ama viaggiare.

Fermo restando che per chi scrive le due canne travel, una con potenza 50 grammi e una con potenza 90 grammi, sono “belle belle in modo assurdo”, Maurizio si sofferma molto sulle canne da area.

Obiettivamente, che belle canne! Sottilissime, di colore nero opaco, con gli anelli Fuji Fazlite, inconfondibili con il loro colore azzurro. Leggeri e robusti, hanno un telaio 7 volte più resistente alla corrosione degli anelli normali.

Alle Fioretto Essence dedicheremo sicuramente un articolo a parte in questo blog. Per ora ci piace annunciarvele: arriveranno tutte sul nostro sito durante il 2019.

Per  quanto riguarda le esche artificiali Molix, anche qui si parla di tante tante novità. Se parliamo di hardbait, tenete d’occhio il nuovo Casting Jig Minnow in due versioni di lunghezza, 85 e 115.

Poi, la SB 120B, la stick bait, un subwalk sinking che in mare farà sfracelli insieme al TW 100B, un walking the dog rumoroso dedicato alla cattura soprattutto dei bass. E’ infatti un’esca disegnata in collaborazione con James Elam, pro americano.

Jubar e Jugulo Jerk avranno nuovi colori, mentre in ambito mare si spinge forte sull’egi, la pesca dei cefalopodi, con i nuovi Millerighe, in versione Evo e Vintage.

In ambito softbait, occhio a un’altra signature bait di James Elam, come la Lizard, un’esca da vecchia scuola adattata agli usi moderni. La salamandretta, siamo sicuri, farà catturare tanti bass!

Un’esca allround, pazzesca per efficacia, è la RT Shad da 2,8 pollici e da 4,5: molto realistica, ha un paddle molto grande in grado di produrre vibrazioni e “rumore”.

Potremmo citare altre decine di novità, ma ci fermiamo con un’ultimo jolly: il nuovo spoon da trout area, il Lover Spoon.

Tutte le novità Molix saranno presenti su SportIT mano a mano che Molix le lancerà durante l’anno. Se cercate qualcosa di Molix, su SportIT lo trovate!

Rapala, Dynamite, Vmc: ovvero, Normark

Il nuovo Rapala Otus: molto “goloso” per lucci, perca e siluri!

Allo stand Normark c’era molta aria di novità. Perché, obiettivamente, le novità sono tante e belle succose.

La prima cosa da sapere è che Normark ha preso la distribuzione di Dynamite Baits, un marchio che voi amici di SportIT conoscete bene.

Il marchio Rapala ha presentato diverse novità, come l’esca ibrida OTUS, che diventerà il terrore di lucci, perca e siluri, e i nuovi popper da pesca in mare/tropicale.

Sufix si presenta con una rivoluzione nel filo trecciato. Se, fino a oggi, l’8 capi era la frontiera di qualità, Sufix l’ha spostata a… 13 capi! Il 131 braid G-Core X13 sarà uno dei filati da pesca più chiacchierati del 2019…

Molto affidabile, liscia e resistente, la Sufix X8 è una treccia che già potete trovare su SportIT e che, chi l’ha provata, può garantire essere davvero incredibile per scorrevolezza tra gli anelli.

La treccia X8 è fluidissima e silenziosissma tra gli anelli. E’ già disponibile su SportIT!

L’X8 di Sufix è un trecciato dedicato soprattutto a chi ama il light game, mentre per chi ama le emozioni grandi e grosse, ecco il Sufix 832 GT Tuna Special.

Azzurro e bianco come il mare, questo trecciato con fibre Gore si propone come uno dei più resistenti sul mercato.

Chiudono la panoramica i prodotti VMC. Normark durante la fiera ha fatto una bella iniziativa: cambiava gratuitamente le ancorette degli appassionati che si fossero presentati lì con i loro artificiali.

E così abbiamo potuto apprezzare la qualità delle ancorette VMC: VMC è uno dei tre più importanti produttori di ami al mondo e la loro qualità è indubbia.

Tra le novità, ci piace citare anche una bella innovazione: gli ami singoli dedicati ai grandi predatori come il tonno ma senza ardiglione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*