Nike Mercurial CR7: il nuovo look di Cristiano Ronaldo

19 Dicembre 2016  |  Alessandro La Corte
 

bg2

Cristiano Ronaldo è davvero il simbolo di Nike. Abbiamo fatto un check-up alle sue nuove Mercurial…

Quando si parla di Cristiano Ronaldo, o CR7 che dir si voglia, il rispetto è d’obbligo. Per qualcuno addirittura la devozione, anche se noi non ci vediamo intenti a rivolgere le nostre preghiere al fenomeno portoghese. E’ vero che però il mito di Ronaldo è ormai scolpito nella storia del calcio: con l’Europeo francese ha impreziosito una bacheca personale già stracolma ed è in arrivo il quarto Pallone d’Oro. Tutto ciò diventando una vera e propria icona mediatica per grandi e piccoli, senza distinzioni, chi per come va in campo e chi per la sua vita 100% glamour. Giù il cappello, in ogni caso.

Di Mercurial c’è n’è una

E giù il cappello di fronte anche alle sue scarpe. Eh si, perchè in questi anni le varie Mercurial alternatesi ai favolosi piedi di CR7 sono state davvero dei mattoni importanti nel costruire il muro di popolarità del portoghese. Sfavillanti, estreme, con un’immagine di velocità estrema che le accompagnano da sempre. Con le Nike Mercurial ai piedi, tanti colleghi del dopolavoro si sono sentiti in grado di sfrecciare in fascia, togliendosi in un sol colpo una decina d’anni e una ventina di chili. Per non parlare dei funamboli che, con le loro Venom, Veloci o Victory ai piedi, hanno tentato così tanti pasos dobles fino allo sfinimento di compagni, avversari e arbitri. 250 g ai piedi e chili di gel in testa, in pieno Ronaldo style, sono stati anche loro a contribuire alla diffusione di un prototipo di giocatore che, probabilmente, non aveva avuto precedenti. Grazie Mercurial, quindi.

bg1

La nuova versione

Detto tutto questo, cosa si può aggiungere per presentare la nuova versione di questa scarpa celebratissima? In effetti, di carne al fuoco c’è n’è lo stesso parecchia. A partire dal look, che segna il terzo passaggio nella collezione di Mercurial dedicata alla storia calcistica del buon Cristiano. Spazio allora alla versione cosiddetta Discovery, dedicata al momento in cui il giovane Ronaldo, numero 28 dello Sporting Lisbona, si mise in luce in un’amichevole contro il Manchester United, impressionando Sir Alex Ferguson.

Momento topico per l’allora 18enne, giustamente celebrato da Nike: la tomaia richiama i colori verdi del club di Lisbona, addirittura il tallone riporta la data del match, 06/08/03. Non mancano i classici richiami gialli volt, nella parte interna e sullo swoosh Nike. Mossa convincente, a parer nostro, perchè la colorazione risulta bella e aggressiva, in pieno stile Mercurial, e i richiami biografici danno quel tocco di esclusività da sempre ricercato dagli appassionati.

E a livello tecnico? Come sempre, il discorso si diversifica a secondo della versione. Prendendo in esame una versione media, come le Mercurial Veloce FG, si possono già notare delle innovazioni significative. Sicuramente si ha la sensazione di essere davanti a un peso piuma del settore. Anche in questa versione intermedia, infatti, la scarpa rimane davvero leggerissima, ideale per chi non ama sentirla troppo pesante sul piede. Arricchita con la tecnologia 3D Speed Rib, la tomaia offre ottime sensazioni di controllo anche in velocità.

Menzione d’onore anche per il collare Dynamic Fit, che da qualche tempo domina nelle versioni più alte dei silos, che supporta la caviglia anche nei cambi di direzione più secchi. Anche il piatto suola, in gomma ecologica, offre ottime impressioni per quanto riguarda la dinamicità e l’esplosività. Inoltre si integra con una tacchettatura a V che denota tutta la marcata aggressività di una scarpa come la Mercurial, pronta a esplodere in ogni circostanza.

nike-mercurial-superfly-cr7-chapter-3-5

Per concludere

In conclusione, anche questa volta il silos Mercurial, nella sua versione dedicata a Cristiano Ronaldo, ha fatto centro. E non solo perchè orde di ragazzini si fionderanno per comprare la scarpa di CR7. La sua forza risiede nella tecnicità e nel suo essere un vero emblema del calcio in velocità: non è un caso che testimonial che utilizzano altri silos (come ad esempio Neymar con le Hypervenom) stiano virando verso Mercurial. E il tocco di classe dato dal marchio del campione di Madeira è un vero e proprio pass verso l’essere sempre al centro dell’attenzione. Se, come lui, sarete capaci di coniugare imprese in campo e fuori, vi assicuriamo che queste scarpe diventeranno anche il vostro personale biglietto da visita.

Commenti

  1. Pingback: Mercurial CR7, capitolo quinto: arriva il "Cut To Brilliance" pack

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*