Scarpe Roberto Baggio: il parere di Diadora

Tempo fa avevamo già parlato del mitico connubio tra Diadora e Roby Baggio. Ma, visto che questo duetto non smette mai di incantare, siamo andati a chiedere un parere direttamente alla fonte. Ecco tutti i segreti delle scarpe del Divin Codino, svelati da chi le produce da oltre 25 anni.

Da buoni appassionati di tocchi dolci e piedi fatati, in questo blog non avevamo perso tempo per descrivere il magico rapporto tra Roberto Baggio e le sue scarpe targate Diadora. Sfruttando la nuova uscita delle RB Blushield, abbiamo spaziato tra corsi e ricorsi storici che vedevano protagonista Roby insieme, diciamo così, ai suoi attrezzi di lavoro.

E, diciamolo, il compito è stato abbastanza facile. Infatti, per ogni appassionato di calcio l’equazione è semplice. Scarpe Roberto Baggio uguale Diadora, poche storie. Classiconi nero/gialli, modelli più estroversi, chicche da collezionisti. Il connubio è forte e indissolubile, come quello del Divin Codino con ogni vero fanatico del Gioco.

Cosa aggiungere, allora? Qualcosa, in effetti, si poteva fare: siamo andati direttamente alla sorgente, chiedendo un parere a Diadora. Spazio e voce, quindi, a chi, da 25 anni, mette mano a una collezione che ha davvero fatto storia.

Il parere di Diadora

“Diadora – ci spiegano dalla casa veneta – ha presentato un progetto esclusivo realizzato in collaborazione con Roberto Baggio, uno dei miti italiani che ha contribuito a scrivere le pagine più belle della storia dello sport. La collaborazione tra il campione e la casa veneta è frutto di un passato comune – fatto di valori condivisi – che ha visto Diadora accompagnare il calciatore per la maggioranza della sua carriera, facendone così una bandiera dell’eccellenza italiana nel mondo. Oggi Diadora e Roberto Baggio tornano a lavorare insieme, per un progetto che punta a stabilire un legame tra il passato e il futuro dello sport, senza per questo dimenticare moda e stile, da sempre influenzati dalle icone sportive del proprio tempo.”

Sempre nel cuore.

MW RB Blushield

L’occasione era ghiotta anche per chiedere un parere sulle MW RB Blushield, la novità della linea Roberto Baggio. Questa la risposta di Diadora: “Passato e futuro trovano il loro bilanciamento perfetto nel nuovo scarpino da calcio di Diadora, che fonde know-how e storica tradizione con le ultimissime tecnologie provenienti dai laboratori Diadora, e così passato e futuro si incontrano.”

Una bella introduzione. Che ha fatto da premessa a un’analisi tecnica molto accurata: “I calciatori più esigenti e più attenti all’innovazione sportiva troveranno in questa scarpa la risposta: un modello che rende omaggio ai grandi del passato e celebra la scienza di oggi. La tomaia – dalla forma affusolata e moderna- è in pelle di canguro con inserti in materiale “touch&feel”, lavorata con un trattamento tridimensionale che assicura il massimo grip. Il calzino interno è contenitivo e assicura il massimo comfort.”

Innovazione e tradizione: mix difficile ma vincente

Abbiamo chiuso il capitolo Blueshield parlando della parte forse più interessante e innovativa. Che non poteva essere che la parte inferiore: “L’intersuola è dotata della rivoluzionaria tecnologia DiadoraBlushield®, che ha la capacità di combinare ammortizzazione e reattività. Grazie alla fusione della base morpho con il Nucleo, Diadora Blushield® media infatti il comportamento asimmetrico dei piedi trasformando l’appoggio irregolare e favorendo
equilibrio e precisione.

Match Winner RB Italy OG

Non abbiamo potuto resistere a fare qualche domanda nemmeno sul ritorno al commercio della mitica Match Winner. Proprio lei, la scarpa che più di tutte ha segnato la carriera di Baggio. Queste le impressioni di Diadora: “Da un progetto autentico, che vuole riportare in vita una scarpa iconica fondendo storia e innovazione, arriva sul mercato una scarpa da calcio Made in Italy, replica di quella indossata da Roberto Baggio durante i mondiali del 1994. La scarpa è stata riprodotta dagli artigiani di Diadora, utilizzando una pregiatissima pelle di canguro. La versione originale è stata rivista a livello tecnologico, con piccoli accorgimenti che la rendono altamente qualitativa ed adatta ai calciatori più sofisticati, ma anche pensata per le mutate esigenze tecniche del calcio moderno.”

La Storia

Insomma, un vero e proprio tuffo nel passato, ma con un occhio agli aspetti tecnici più moderni. “Le cuciture – ha chiuso Diadora- garantiscono la massima aderenza al piede per un controllo di palla perfetto, mentre la microfibra tecnica Hydro, utilizzata per fodera interna e lingua, rende lo scarpino impermeabile, mantenendo così la sua imbottitura ed il suo comfort perfetti anche in condizioni di bagnato.”

Conclusioni

Insomma, anche dalle parti di Diadora l’orgoglio è tanto. E, del resto, hanno tutta la ragione dalla loro. L’abbinamento del marchio italiano con uno dei giocatori più popolari a livello globale continua, anche negli anni, a dare i suoi frutti. E non a torto, ci sentiamo di poter dire.

Selfie con Mito

 

Ciao, sono Alessandro e sono il referente calcio di SportIT. Sin da piccolissimo, la mia passione per tutto ciò che riguarda il mondo del pallone mi ha accompagnato in tutto il mio percorso sportivo. Dall'età di 6 anni ho iniziato a praticare calcio regolarmente: ala destra dribblomane, la mia carriera si è articolata tra le varie serie dilettantistiche della Lombardia. A oggi pratico la mia passione con gli amici nel corso di tutto l'anno, giocando nei vari tornei di Milano e dintorni. Ho portato il mio interesse a diventare il mio lavoro, prima in negozio e attualmente nel mondo online, cercando di trasmettere al 100% la mia passione per il gioco. Contattatemi a football@sportit.com per chiedermi consigli o darmi qualche vostra osservazione sul sito, vi aspetto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*